venerdì - 3 Dicembre - 2021

Bambina di 8 anni in uno spot si rivolge ai turisti delle Eolie: “Fate lavorare papà perché possa comprarmi un gelato”


Immagine: Youtube

Arrivano parole tenerissime che commuovono: sono quelle di una bambina di soli 8 anni che cerca di convincere i turisti, attraverso uno spot pubblicitario, a ritornare in vacanza sulle isole Eolie anche quest’anno, stagione turistica che si preannuncia tragica a causa delle conseguenze economiche del Coronavirus.

La protagonista di questo spot è Maia, che fa un appello alle istituzioni e ai turisti in questo momento di difficoltà “Mio papà ogni domenica mi compra il gelato, ma adesso con il coronavirus è tutto chiuso. Io vorrei che riaprisse, vi prego questa estate venite alle Eolie“, recita la bambina protagonista del video promosso dal comitato “Eolie 20-30”.

Lo spot ha lo scopo di scongiurare e convincere i turisti a ritornare su queste bellissime isole, dove la natura, il sole, il mare, potranno cullare i turisti che giungeranno e alimenteranno di speranza tutti gli operatori turistici che si impegnano a garantire il meglio.

La bambina, figlia di un barista di Marinacorta di Lipari, diventa quindi testimonial delle sette isole dell’arcipelago, con una breve clip che ne decanta le bellezze e la natura rigogliosa.

Non si sa precisamente cosa accadrà in quest’estate 2020 ma, il settore turistico ha ipotizzato ci possa essere un tracollo della loro economia, perciò implorano il Governo: in primis chiedono Zona Franca Urbana, l’annullamento della tassazione per tutto il 2020, un condono fiscale per le partite Iva e una copertura assicurativa in grado di coprire l’operatore dal rischio di un risarcimento danni per “vacanza annullata” in virtù dell’emergenza sanitaria Covid19.

I rappresentanti del comitato dichiarano “certi che questi aiuti siano l’unico strumento utile ad evitare che infiltrazioni mafiose possano domani avere gioco facile sull’acquisizione di aziende che in mancanza di una politica di rilancio seria, saranno costrette a chiudere ed essere svendute per quattro denari”.

Lo spot termina con le dolci parole di Maia che molto teneramente dice che se suo padre non potrà riaprire quest’estate, non potrà comprarle il gelato tutte le domeniche.

 

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti