Arriva l’aiuto dell’elemosiniere del papa: spesi 3 milioni e mezzo di euro per pagare le bollette delle famiglie in difficoltà


 


Immagine: flickr.com

Grande gesto di umanità del Cardinale polacco Konrad Krajewski,  elemosiniere del Papa che ha deciso di  spendere 3 milioni e mezzo di euro  per pagare l’elettricità a 500 persone, tra cui 100  bambini.
Lo ha spiegato ai giornalisti del Corriere della Sera, esprimendo il motivo che lo ha spinto a fare questo atto di beneficenza.
È stato un gesto che da una parte è stato apprezzato perché rappresenta un atto di aiuto verso i più deboli, dall’altro invece è stato contestato perché considerato un vero reato.
La questione nasce da uno stabile in cui c’erano da mesi bollette arretrate e in cui vivevano famiglie molto disagiate, non in grado di pagare all’Enel le bollette.
Ecco le Sue parole:

Da questo momento, ovvero da quando è stato riattaccato il contatore, pago io, non c’è problema. Non c’è politica dietro: io faccio l’elemosiniere e mi preoccupo dei poveri, di quelle famiglie, dei bambini. Intanto, hanno luce e acqua calda, finalmente. Adesso tutto dipende dal Comune, aspettiamo che riaprano gli uffici”.

A quanto pare il giornale La Repubblica ha scoperto che non è la prima volta che l’ elemosiniere del Papa faccia gesti di questo genere, infatti, anche nel 2018 avrebbe pagato altri tre milione e mezzo di euro per saldare debiti di luce, gas e spazzatura, soldi dati a famiglie che non erano in condizioni tanto critiche.
Contestazioni da parte dei politici, tra cui Matteo Salvini, che per primo aveva rivolto parole molto scontrose contro il prelato e anche alcuni giornali  nazionali non erano stati molto d’accordo su questo atto di benevolenza.
Questo gesto è la prova che non avviene una tantum la beneficienza ma che è stato fatta più volte, ma in silenzio. I soldi utilizzati da Konrad Krajewski arrivano dalle offerte dei fedeli, inviati al Papa e all’ elemosineria.
A parlare c’è stato anche il cardinale Pietro Parolin che ha apprezzato il gesto fatto, dicendo che la Chiesa aiuta a tutti.
Questo gesto in realtà ha una libera interpretazione, ma sicuramente l’elemosiniere ha riempito il cuore di quelle famiglie in difficoltà che lo ricorderanno con entusiasmo e commozione.  Perchè non aiutare gli altri… È questo che vuole Dio da noi o no?

© Riproduzione riservata