venerdì - 23 Aprile - 2021

Acqua, luce e gas: finalmente arriva lo sconto automatico in bolletta

Ci sono grosse novità per ottenere il bonus sulla bolletta di luce, acqua e gas: a differenza della precedente normativa, per ottenere lo sconto non si dovrà attuare nessuna procedura poichè essa scatterà in automatico grazie alle verifiche incrociate dell’INPS e dell’ente che eroga il servizio. Cerchiamo di fare chiarezza…

Acqua, luce e gas: finalmente arriva lo sconto automatico in bolletta

Dal 2021 non c’è più necessità di presentare domanda al Comune o al Caf per ottenere i bonus acqua, luce e gas.

Arriva lo sconto automatico in bolletta per acqua, luce e gas per le famiglie in stato di disagio economico, che hanno un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 8.265 euro.

Ad annunciarlo è stata ARERA (Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente). In questo modo si supera il vecchio meccanismo dei bonus che prevedeva la necessità di presentare apposita richiesta per ottenerli.

A beneficiare del sussidio pertanto, saranno molte più famiglie che, in precedenza, non hanno mai richiesto il bonus perchè ignari di poterlo ottenere. Per ARERA a beneficiare dello sconto automatico, infatti, saranno 2,6 milioni di famiglie.

Fino all’anno d’imposta 2020, per ottenere lo sconto in bolletta acqua, luce e gas, era necessario presentare apposita domanda al Comune di residenza oppure al CAF, allegando la documentazione richiesta.

Dal 1° gennaio 2021, invece, il beneficio è scattato in automatico, semplicemente richiedendo l’elaborazione del modello ISEE del nucleo familiare.

Per ottenere il bonus pertanto sarà sufficiente recarsi presso il caf o elaborare telematicamente e personalmente la domanda per ottenere il proprio ISEE aggiornato. L’inps aggiornerà il proprio Indicatore della Situazione Economica Equivalente e i vari enti di luce, gas e acqua, tramite i dati forniti dall’ente, aggiorneranno o applicheranno lo sconto.

Si tenga presente che:

-i bonus hanno validità di 12 mesi, a partire dalla data di ammissione alla riduzione
nella fase di prima applicazione, le verifiche funzionali all’ammissione alle agevolazioni (bonus 2021) saranno avviate a luglio con il riconoscimento anche di eventuali quote di bonus 2021 maturate nei mesi precedenti.

Per ottenere i bonus è necessario avere questi requisiti:

– ISEE non superiore a 8.265 euro

-con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro

-essere titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti