giovedì - 22 Ottobre - 2020

Papa Francesco nella sua omelia: “Meglio vivere come atei che andare a messa e parlar male degli altri”

E durante la catechesi della prima udienza  nell’aula Paolo VI in Vaticano, che Papa Francesco parla degli ipocriti, di chi parla male degli altri senza pudore e vergogna pur ritenendosi dei bravi cristiani.

Tuonano forti le parole del nostro Papa che in modo semplice e inciso mette in evidenza il ruolo del cattivo cristiano che pur frequentando la Messa, durante la vita quotidiana offende e parla male degli altri senza vergogna, con malignità, senza discrezione, senza vergogna di se stessi.

Si rivolge così, dicendo:

Quante volte noi vediamo lo scandalo di quelle persone che vanno in chiesa e stanno tutta la giornata lì e poi vivono odiando gli altri o parlando male della gente. Meglio non andare in chiesa, vivere come ateo. Se tu vai in chiesa devi vivere come un figlio, come un fratello. Non devi dare una contro testimonianza, ma una testimonianza dell’essere cristiani”.

Per spiegare il valore delle sue parole, il Papa fa l’esempio di Gesù che nella preghiera del Padre Nostro ci spiega il significato dell’ipocrisia: “Gesù, per volere del Padre, prese le distanze da due gruppi del suo tempo, ovvero gli ipocriti”. Il Papa Bergoglio continua con una voce che rimbomba: “Non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente”.

Ottenuta l’approvazione con un caloroso applauso dei presenti, Papa Francesco continua il suo eloquio: “C’è gente che è capace di tessere preghiere atee, senza Dio: lo fanno per essere ammirati dagli uomini.

Un’altra categoria da cui Gesù prende le distanze è quella dei pagani, invitando a non sprecare parole. I pagani pensano che solo attraverso le parole si prega, e anch’io penso a tanti cristiani che pensano di pregare Dio parlando come pappagalli. No, pregare si fa dal cuore, da dentro.”

Papa Francesco conclude ritornando al vero significato della preghiera che unisce tutti i cristiani ovvero IL Padre Nostro: “quando pregate, rivolgetevi a Dio come un figlio a suo padre, il quale sa di quali cose ha bisogno prima ancora che gliele chieda. Potrebbe essere anche una preghiera silenziosa, il ‘Padre nostro’: basta in fondo mettersi sotto lo sguardo di Dio, ricordarsi del suo amore di Padre, e questo è sufficiente per essere esauditi” 

Bellissime le sue parole che ci fanno davvero comprendere quanto la malignità del nostro tempo può diventare un male incurabile sia per la nostra anima sia per chi ci circonda.

Riportiamo una frase bellissima che racchiude le espressioni appena citate del Papa:

Colui che dice male, e colui che ascolta il maldicente, tutti e due hanno il Demonio sopra di sé; ma l’uno l’ha nella lingua, e l’altro nell’orecchio.
(San Francesco de Sales)”

© Riproduzione riservata

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Perugia, dopo 20 anni scopre che i figli non sono suoi: l’ex moglie dovrà risarcirlo con 150 mila euro

Dramma per un imprenditore umbro che, dopo 20 anni ha scoperto di aver mantenuto, cresciuto ed amato dei figli che in realtà non erano...

Con questi 5 trucchi puoi dimagrire mentre dormi: non è uno scherzo, la scienza lo dimostra

Vorresti perdere qualche chilo senza tanta fatica? Se segui questi 5 suggerimenti basati su studi scientifici recenti, puoi ottenere risultati senza andare in palestra. Sappiamo...

Multe fino a 500 euro per i genitori che non compiranno questa azione entro il 31 ottobre

Genitori, se non volete pagare multe vi consigliamo di agire presto e di tener presente che la data ultima per compiere questa operazione è...

Il Papa dice si: «Favorevole alle unioni civili per le coppie omosessuali»

Arriva la conferma da parte di Papa Francesco che in un documentario mostrato alla Festa del Cinema di Roma ha dichiarato: «Gli omosessuali sono...

Gela, l’azienda Meic Services Spa premia i suoi dipendenti: 6700 euro a testa in più come regalo

Ancora una volta, grandi aziende hanno deciso di premiare i loro dipendenti che hanno contribuito alla produttività dell'azienda. A ciascun operaio, un premio di...

Pensi di essere vittima di un errore medico o di malasanità? chiedi un risarcimento. Ecco come fare.

Pensi di essere stata vittima di un errore medico o di malasanità? potresti chiederne un risarcimento se sei in grado di giustificare e documentare...