lunedì - 26 Ottobre - 2020

Dimmi in che mese sei nato e ti dirò la malattia a cui sei predisposto: lo studio della Columbia University

Per molti sembrerà strano, ma il proprio mese di nascita è strettamente correlato a diversi disturbi di salute a cui siamo o saremo predisposti. Non è assolutamente una bufala, infatti, cari lettori, la ricerca scientifica ha dei riscontri reali e anche grandi siti che si occupano di scovare le fake news hanno affermato e sono concordi che è tutto vero.

Dimmi in che mese sei nato e ti dirò a quali malattie sei predisposto…

Esiste una relazione tra il nostro mese di nascita e lo sviluppo di diverse malattie? Per quanto rocambolesca possa sembrare la questione, la verità è che per molto tempo scienziati di tutto il mondo hanno lottato per cercare di decifrare quale tipo di patologie possiamo sviluppare  in base alla data in cui siamo arrivati ​​nel mondo.

Nella letteratura scientifica possiamo trovare opere che mettono in relazione il mese di nascita con la possibilità di sviluppare tumori come il linfoma di Hodgkin , la  leucemia o il cancro della pelle ; con la capacità riproduttiva e la fertilità di alcuni soggetti e anche con il rischio di suicidio. Secondo gli scienziati, l’esposizione a determinati fattori ambientali e socio-demografici durante la gravidanza e i primi mesi di vita potrebbe essere determinante per lo sviluppo delle malattie in età adulta.

Lo scorso giugno, la rivista  Clinical Medicine ha pubblicato l’ultimo aggiornamento della ricerca. Ha collegato la data di nascita con la possibilità di sviluppare 27 malattie croniche comuni in età adulta. I risultati di questo lavoro svolto da due professori del Dipartimento di Medicina preventiva e sanità pubblica dell’Università di Alicante sono davvero sorprendenti.

Uno studio condotto, in cui hanno lavorato un team di scienziati della Columbia, ha chiaramente dimostrato che il mese in cui si è nati aiuta a determinare il rischio di asma, ADHD, malattie cardiache e molti altri problemi medici comuni. Lo studio, che ha confrontato le date di nascita e la storia medica di 1,7 milioni di persone trattate presso il New York tra il 1985 e il 2013, ha dato ai ricercatori medici concrete certezze sul rapporto tra salute prenatale e infantile e di quanto questa relazione possa influenzare la vita di una persona e il rischio di malattia.




Abbiamo già prodotto il catalogo più completo di queste correlazioni, al fine di aiutare la comunità scientifica a trovare nuove idee per indagare sulle radici della malattia; questo significa che tutto ciò potrebbe essere correlato al fatto che le donne incinte hanno maggiori probabilità di combattere le infezioni durante i mesi invernali. Ciò potrebbe danneggiare lo sviluppo dei cuori dei loro bambini nell’utero? Non è chiaro. Questo è un piccolo pezzo di un puzzle complicato. Ma forse spingerà i ricercatori medici a studiare come i fattori stagionali potrebbero ostacolare lo sviluppo del cuore. Una volta identificati questi fattori, potresti essere in grado di prevenire future malattie“, afferma Nicholas Tatonetti, assistente professore di informatica biomedica, che ha guidato lo studio.

Come spiega in seguito il dottor Tatonetti, le malattie correlate alla nascita, rappresentano solo una piccola parte del rischio di sviluppare la malattia infatti, sono molti altri i fattori che incidono ovvero genetica, dieta esercizio fisico, abitudini, esposizioni ambientali, ecc…

Il mese di nascita e la predisposizione genetica predispongono alla malattia

Scienziati hanno così scoperto che  gli uomini nati a febbraio hanno il doppio delle probabilità di sviluppare l’ osteoporosi rispetto a quelli nati a marzo o aprile; le persone nate a maggio hanno il minor rischio di malattia, mentre le persone nate a ottobre e novembre hanno il più alto; che coloro che spengono le candeline ad agosto hanno maggiori probabilità di sviluppare l’ asma rispetto a quelli nati a gennaio; o che quelli che sono venuti al mondo in ottobre hanno maggiori probabilità di avere emorroidi .Le persone nate alla fine dell’estate sono inclini all‘asma, una connessione che gli scienziati hanno ipotizzato derivasse dal loro contatto con acari della polvere che amano l’umidità da bambini; e che le persone nate in autunno hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie neurologiche, un effetto che alcuni scienziati sospettano sia legato al fatto che hanno ottenuto meno luce solare, e quindi troppo poca vitamina D, nella loro infanzia.  Allo stesso modo, i dati ottenuti dai ricercatori mostrano che gli uomini nati in ottobre hanno meno probabilità di sviluppare anemia, che quelli che vengono al mondo a marzo sono liberi dalle emorroidi più degli altri; o che coloro che sono nati a marzo hanno meno probabilità di soffrire di costipazione cronica.

Nel caso delle donne, i nati nel mese di ottobre hanno maggiori probabilità di avere il colesterolo alto , quelli che compiono gli anni a luglio hanno un rischio maggiore di osteoporosi e quelli che lo fanno a novembre, soffrono di rischio di infarto miocardico. Quindi, d’altra parte, quelle donne che spengono le candele a maggio hanno meno probabilità di soffrire di lombalgia cronica e quelle che lo fanno a giugno hanno meno probabilità di sviluppare depressione ed emicrania .

Quindi, secondo la tabella per mesi e sesso preparata dai ricercatori, queste sono le malattie che potremmo sviluppare:




Gennaio

Uomini: costipazione, ulcera allo stomaco, mal di schiena. / Donne: emicrania, problemi derivati ​​dalla menopausa, attacchi di cuore.

Febbraio

Uomini: problemi alla tiroide, malattie cardiovascolari, artrosi. / Donne: artrosi, problemi alla tiroide, trombosi.

Marzo

Uomini: cataratta, malattie cardiovascolari, asma. / Donne: artrite, reumatismi, costipazione.

Aprile

Uomini: asma, osteoporosi, problemi alla tiroide. / Donne: osteoporosi, tumori, bronchite.

Maggio

Uomini: depressione, asma, diabete. / Donne: allergie croniche, osteoporosi, costipazione.

Giugno

Uomini: malattie cardiovascolari, cataratta, bronchite cronica. / Donne: incontinenza urinaria, artrite, reumatismi.

Luglio

Uomini: artrite, asma, tumori. / Donne: dolore cervicale, asma, tumori.

Agosto

Uomini: asma, osteoporosi, problemi alla tiroide. / Donne: trombosi, artrite, reumatismi.

Settembre

Uomini: asma, osteoporosi, problemi alla tiroide. / Donne: osteoporosi, problemi alla tiroide, tumori maligni.

Ottobre

Uomini: problemi alla tiroide, osteoporosi, emicrania. / Donne: ipercolesterolemia, osteoporosi, anemia.

Novembre

Uomini: malattie croniche della pelle, malattie cardiovascolari, problemi alla tiroide. / Donne: costipazione, trombosi, vene varicose.

Dicembre

Uomini: cataratta, depressione, infarto. / Donne: bronchite cronica, asma, trombosi.

Guarda il video di Tatonetti che parla della sua ricerca:

 

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Pensione in anticipo per le mamme che hanno iniziato a lavorare dopo il ’96. Ecco le novità

Sei una donna che ha iniziato a lavorare dopo il 1996 e sei madre? Se si, c'è una grossa novità che potrebbe interessarti. Le donne...

L’INPS concede un assegno di invalidità di 515 euro al mese per queste 3 patologie del sangue

Nessuno di noi vorrebbe ammalarsi ma, quando accade, è importante non sentirsi soli ed abbandonati. Per questo motivo il Governo offre un piccolo sostegno...

Ritorna l’autocertificazione per spostarsi: scarica qui il modello

Il Coronavirus sta piombando nuovamente nelle nostre vite, dopo un estate apparentemente tranquilla e la situazione in Italia sembra peggiorare giorno dopo giorno. Le...

Il Papa dice si: «Favorevole alle unioni civili per le coppie omosessuali»

Arriva la conferma da parte di Papa Francesco che in un documentario mostrato alla Festa del Cinema di Roma ha dichiarato: «Gli omosessuali sono...

Studi scientifici affermano: il mese di nascita di una persona, influenza la sua salute e la sua longevità

  Ricercatori americani hanno scoperto che il mese della nascita di una persona, oltre al destino, influenza la longevità e la salute. Secondo le osservazioni...

Usare i nostri telefoni in bagno è pericoloso: ecco perchè smettere immediatamente

Molti di noi sono dipendenti dai nostri smartphone, tale da portarli in bagno anche nei momenti meno opportuni. Se sei una persona che semplicemente...