mercoledì - 27 Gennaio - 2021

Cessazione della pensione se non si presenta all’Inps questo documento

Avete mai sentito parlare di certificato di esistenza in vita? Ebbene si, è uno dei documenti più importanti, necessari per farsi accreditare la pensione e per molti altri usi.

In mancanza di questo documento, si rischia addirittura la revoca della pensione

Certificato di esistenza, come richiederlo

Il certificato di esistenza in vita è il documento che certifica che la persona a cui è intestato è vivente alla data del rilascio dello stesso. In genere serve per la riscossione della pensione, per le assicurazioni sulla vita, per delegare altra persona alla riscossione della pensione, etc.
Questo certificato può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva di certificazione o autocertificazione, ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 D.P.R. 445/2000.
I certificati anagrafici di cittadini residenti nei comuni transitati in ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) possono essere rilasciati da qualsiasi Comune subentrato.

Se sei un pensionato che vivi all’estero, dovrai richiedere questo documento presso la Citbank, ovvero la banca gestita dall’INPS che si occupa di erogare gli assegni pensionistici a chi vive in altri stati europei. Il documento di esistenza, in questo caso, sarà firmato da un’ Ambasciata o Consolato italiano, cosiddetto testimone accettabile.

Cosa accade se non viene trasmesso

Il pensionato ha pertanto 3 mesi per inviare alla Citibank il documento di esistenza e se ciò non dovesse accadere, la pensione anzichè essere bloccata, viene inviata presso la Western Union in contanti. In tal modo, la banca accerterà di persona che il titolare della pensione è vivo e vegeto.

Il certificato di esistenza è stato molto richiesto da parte dell’INPS in questo ultimo periodo, in cui i pensionati hanno preferito non ritirare la pensione direttamente in sede, ma farsela accreditare direttamente su carta. Inoltre il certificato di esistenza, risulta utile per l’INPS durante la pandemia, a causa dell’eccessivo numero di anziani deceduti che, vivendo da soli, non hanno nessuno che certifichi il loro stato di esistenza.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

La curcuma, un alleato contro l’Alzheimer e il Parkinson

  La curcuma, presente nel Curry, al quale conferisce il suo aspetto giallo, contribuisce a proteggere il cervello dalle demenze come l’Alzheimer e il Parkinson, combattendo...

Ravioli ripieni di ricotta e guarniti con panna, basilico e asparagi

Presentazione Spesse volte si torna a casa dopo il lavoro stremate e stressate e mettersi ai fornelli è un impressa a dir poco difficile e...

Uomo ricco, d’affari, paga la pensione ad un anziano ridotto in povertà: la storia che commuove

A volte la vita si fa ingiusta e nonostante tanti anni di lavoro, il governo non garantisce una pensione sufficiente; è il caso di...

Alberto Zangrillo primario del San Raffaele di Milano: “il virus da un punto di vista clinico non esiste più”

“Il virus clinicamente non esiste più. Terrorizzare il Paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità. Da tre mesi numeri con...

Coronavirus: l’OMS assicura che l’immunità della mandria non sarà raggiunta entro il 2021

Nonostante i vaccini, l'organizzazione ha avvertito che quest'anno gran parte della popolazione mondiale non sarà immune al Covid-19. Questo lunedì, gli scienziati dell'OMS hanno avvertito...

Coronavirus, papa Francesco: “Invece di lamentarci delle restrizioni, aiutiamo gli altri”

Dopo i divieti imposti nel nuovo Dpcm di Natale, in cui l'Italia diventerà completamente rossa, è stata tolta la libertà agli italiani di trascorrere...