venerdì - 23 Ottobre - 2020

Legge di Bilancio 2020: previsto il bonus dentista di 500 euro all’anno

Previsto il Bonus dentista da 500 euro all’anno per le spese odontoiatriche dei cittadini con ISEE inferiore a 25 mila euro. La proposta giunge dal M5S, che grazie ad un emendamento ha aggiunto novità alla Legge di Bilancio 2020.

Tra le numerose novità proposte nel testo della Nuova Legge di Bilancio, emerge il bonus per le cure dentali, pari a 500 euro annui, destinato ai soggetti che non superano un ISEE di 25 mila euro annui. Potranno usufruire del bonus tutti coloro che hanno bisogno di cure dentistiche e che appartengono alle “fasce economicamente deboli”della società, con un reddito pari o inferiore a 25 mila euro annui.

Novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Ma le novità dell’emendamento alla Legge di Bilancio 2020, che porta la firma del Senatore pentastellato Giovanni Endrizzi, non finiscono qui: se approvato, dal 2022 solo i professionisti iscritti all’albo potranno aprire studi odontoiatrici.

Il bonus dentista andrebbe però solo ai contribuenti con un ISEE pari o inferiore a 25.000 euro.

Per comprendere realmente come si concretizzerà il provvedimento, dovremmo aspettare l’eventuale approvazione dell’emendamento da parte del Governo che, attualmente non ha molte risorse a disposizione, quindi non si sa con certezza se avrà luogo nel corrente anno o slitterà all’anno successivo.

Cure odontoiatriche gratuite per una spesa massima di 500 euro annui

Aiutare i cittadini, erogando un bonus di 500 euro l’anno per il sostegno delle spese odontoiatriche, rappresenta un ottimo traguardo che mira a sostenere le fasce dei più deboli.

Questo il primo obiettivo da raggiungere, ovvero allargare la platea di contribuenti che possono permettersi di curare i propri denti.

Il bonus dentista pertanto sosterebbe le famiglie con più figli, quelle in cui un solo genitore lavora , gli anziani con pensione non elevata e i minori.

Bonus dentista dal 2020. Cosa accadrà?

L’emendamento però porta con sè un’altra importante novità che riguarda i professionisti iscritti all’Albo degli Ordine dei Medici-chirurghi e degli Odontoiatri. Supponendo che l’emendamento sia approvato ed entri in vigore, già nel 2022 gli studi odontoiatrici potranno essere solo società tra professionisti iscritti all’albo. In questo modo verrebbero escluse dal settore le strutture diversamente organizzate, come le SpA, le Srl e le catene odontoiatriche.

L’Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici non è per niente d’accordo e poichè perderebbero il posto di lavoro 17.000 medici. Questo significherebbe  mettere a rischio il lavoro di molti medici odontoiatri e non è organizzati come una StP, cioè una società tra professionisti. Dopo anni di studi, si ritroverebbero senza occupazione.

A parlare è stato lo stesso Presidente dell’Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici Michel Cohen che ha espresso il suo dissenso su questa iniziativa, rivolgendosi al giornale “Il Messaggero”: “senza alcun senso perché sono proprio i gruppi organizzati dell’odontoiatria a offrire soluzioni di qualità alle fasce più deboli, oggi non coperte dai Livelli Essenziali di Assistenza.”

Insomma, bisognerà attendere per capire quando e se si concretizzerà ciò che il M5S ha pensato.

Non ci resta che aspettare il testo ufficiale della manovra per scoprire se il bonus dentista farà parte delle agevolazioni fiscali del prossimo anno.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Con 2300 ricoverati in terapia intensiva scatterà il lockdown: ad oggi sono 1000

La situazione sembra peggiorare giorno per giorno e oggi si sono registrati ancora una volta 16.000 nuovi positivi. Il dato che fa più timore...

La nuotatrice Federica Pellegrini viola la quarantena ed esce con sua madre: ora rischia grosso

Tante le critiche lanciate contro Federica Pellegrini, che questa mattina ha postato su instagram le foto mentre accompagna sua madre a fare il tampone....

Covid, 100 scienziati scrivono a Mattarella e Conte: «Misure drastiche in 2-3 giorni o ci sarà una strage»

Sono 100 gli scienziati che si sono rivolti a Mattarella e a Giuseppe Conte, per far emergere una situazione preoccupante e potrebbe diventare fuori...

Come eliminare umidità e muffa in modo assolutamente naturale

Muffa ed umidità in casa? Che orrore! Certo, ci sono molti prodotti che eliminano la muffa, ma alcuni di essi sono altamente tossici da usare...

Truffa della busta verde: se non arriva per raccomandata non è una multa vera. Fate attenzione

Ancora una volta circolano imperterriti nuovi metodi di truffa che mirano a imbrogliare le persone comuni per appropriarsi dei loro soldi. E' stata segnalata...

Reddito di cittadinanza in scadenza: chi lo rinnova dovrà accettare di lavorare in ogni parte d’Italia

Reddito di cittadinanza in scadenza a settembre 2020 (per i primi che ne hanno fatto domanda). Il rinnovo è possibile (ma non automatico) e...