sabato - 24 Ottobre - 2020

Cina: nuovo stato d’emergenza nello Yunnan a causa della peste Bubbonica

Non è ancora finita la pandemia da Covid eppure la Cina già combatte una nuova emergenza nella contea di  Menghai, nella provincia meridionale dello Yunnan, che ha dichiarato lo stato di allerta di livello 4 dopo che un bimbo di 3 anni è risultato positivo al bacillo della peste bubbonica. Lo scorso agosto due persone erano morte di peste bubbonica nella regione autonoma della Mongolia interna e sembrerebbe che la situazione si stia espandendo.

Lo ha riferito un comunicato apparso sul portale dell’amministrazione della stessa contea. Le autorità locali hanno spiegato che nei giorni scorsi gli abitanti di un villaggio dell’area avevano segnalato il rinvenimento di alcuni ratti morti per ragioni non chiare. Il personale sanitario, dopo una serie di test effettuati sulla popolazione locale, ha poi certificato il contagio. Il bambino, stando alle informazioni diramate, avrebbe manifestato sintomi lievi e per ora non ci sarebbero notizie di altre persone contagiate.

Sul posto è stato istituito un team professionale di esperti per eseguire ispezioni, diagnosi e quarantena, per condurre un’indagine completa sui pazienti con febbre e per attuare l’isolamento e la diagnosi dei pazienti sospetti e varie attività di prevenzione e controllo epidemico“, questo è ciò che emerge dal comunicato stampa di enti ufficiali.

La peste è una malattia infettiva di origine batterica causata dal bacillo Yersinia pestis. È una zoonosi, il cui bacino è costituito da varie specie di roditori e il cui unico vettore è la pulce dei ratti che può essere trasmessa anche da uomo a uomo. Si manifesta sotto forma di tre principali quadri clinici, distinti in base ai diversi apparati dell’organismo in cui si sviluppa l’infezione.

I sintomi della malattia comprendono febbre tra i 38 e i 41 °C, mal di testa, dolori articolari, nausea e vomito, sete, diarrea, tumefazione dei linfonodi e una generale sensazione di malessere. Nelle forme setticemiche e polmonari può verificarsi ipotensione, segni neurologici quali sonnolenza, letargia, delirio, e, nella forma polmonare, dispnea, tanto da conferire al malato un colorito cianotico. La sindrome da coagulazione intravascolare disseminata che può insorgere nella forma setticemica, e che è solitamente la causa del decesso.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Nonna Pierina compie 107 anni e festeggia con l’amica del cuore di 105

In questo periodo di grande incertezza a causa del virus, è bello leggere notizie di questo genere che ti fanno ancora credere nel valore...

Dormi con i capelli raccolti? Smetti di farlo, è molto pericoloso

Tutte le ragazze si preoccupano molto di come appaiono i loro capelli e questo si basa fondamentalmente sul fatto che è una parte molto...

Le 15 patologie cardiache a cui l’INPS riconosce la pensione di invalidità civile

Nelle moderne democrazie si è affermato da tempo il principio della protezione dei cittadini affetti da minorazioni fisiche o psichiche. Un obiettivo solennemente affermato...

Ti trema l’occhio? Scopri i suoi significati spirituali nascosti di buoni e cattivi presagi

Mentre ci sono problemi di salute che giustificano contrazioni involontarie delle palpebre, ci sono anche spiegazioni spirituali che vengono discusse raramente, legate a questo...

Papa Francesco mette all’asta la ‘sua’ Lamborghini per 900mila euro, da devolvere ai terremotati di Haiti e alle donne vittime di violenza

L'auto megagalattica di Papa Bergoglio, che gli fu regalata nel 2017, è stata venduta all'asta e il ricavato verrà devoluto alle vittime del Sisma...

Legge di Bilancio 2020: previsto il bonus dentista di 500 euro all’anno

Previsto il Bonus dentista da 500 euro all’anno per le spese odontoiatriche dei cittadini con ISEE inferiore a 25 mila euro. La proposta giunge...