Scopre di avere un tumore dopo essere andata dal parrucchiere: ecco perchè le extension le hanno salvato la vita


Una semplice visita al parrucchiere per poi scoprire all’istante di avere un tumore: un fulmine a ciel sereno che piomba di una giornata che doveva essere apparentemente serena, dedita alla cura della propria bellezza.

La storia prende luogo in Scozia e la protagonista è una 23enne che ha deciso di applicare le extension ai suoi capelli per allungare la sua chioma.

La vicenda

Laura Larkin, sempre sorridente e piena di vita, è andata dal suo parrucchiere per fare le extension. Adorava i capelli lunghi e questa volta aveva deciso di renderli ancora più folti, tali che potessero arrivare all’altezza del seno.

Le sue parole:

Ero appena uscita dalla doccia e mi passavo le dita tra i capelli quando li raggiunsi in punta e mi sfiorai il seno. Di solito li districavo delicatamente e quando il pettine passava sui capelli, appoggiati sul seno, provavo fastidio”.

“Ho percepito un rigonfiamento molto duro, e che non avevo mai notato prima, sotto al seno destro. Credevo di essere troppo giovane per avere un tumore”.

Dopo una visita dal dottore il suo mondo è crollato: a Laura è stato diagnosticato un tumore al seno allo stadio 2.

“Avevo prenotato una lumpectomia, una settimana dopo che mi hanno diagnosticato il cancro era già passato allo stadio 3”.

Ho telefonato alla mia parrucchiera di WeaveDiva – un salone di parrucchieri specializzato in extensions a Bathgatee le ho detto che le mie extension mi hanno salvato la vita!”

Laura si è sottoposta a vari interventi chirurgici e cicli di chemioterapia e per fortuna è riuscita a sconfiggere il male.

L’importanza della prevenzione

Quello al seno è il tumore più diffuso tra il genere femminile e purtroppo non sempre si riesce a essere più forte del male che colpisce le nostre vite.

Per questo la prevenzione è molto importante e ogni anno salva tantissime vite. Come riporta la Fondazione Umberto Veronesi, le donne si devono sottoporre annualmente a controlli al seno già a partire dai 30 anni. L’ecografia mammaria e la mammografia sono gli esami che aiutano a diagnosticare precocemente il tumore al seno.

La prevenzione non è mai troppa, e come lo ha detto anche Milly Carlucci, può regalare ancora tanti anni di vita. La sua amata mamma, infatti, è scomparsa proprio a causa di un tumore al seno che non è stato diagnosticato in tempo.

Se mamma avesse scoperto in tempo il tumore al seno, poi estesosi ai polmoni, oggi potrebbe essere ancora tra noi. Purtroppo, invece, non aveva l’abitudine di sottoporsi a controlli regolari.

Ricordatevi che la prevenzione è la migliore arma per sconfiggere questa brutta bestia! Lasciaci il tuo commento e condividi il post anche con gli amici.