venerdì - 15 Gennaio - 2021

La nuova vita di Sabrina Misseri e di sua madre Cosima Serrano dopo la condanna: corsi di storia dell’arte per le due donne e lavoretti creativi

Nuova vita per le due donne che sono state condannate per l’omicidio di Sara Scazzi, Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano. Corsi di storia dell’arte per loro.

Dopo aver ricevuto la conferma ufficiale dalla Corte di Cassazione, ovvero che passeranno il resto della loro vita in carcere, la vita di Sabrina Misseri e Cosima Serrano continua indisturbata e con qualche piccola soddisfazione all’interno della Casa circondariale ‘Carmelo Magli’ di Taranto. Sono state coinvolte così in dei corsi di storia dell’arte e cultura generale dopo che le due donne hanno fatto richiesta di voler partecipare ad iniziative per “riempire le loro giornate e le loro menti”.

Il progetto è nato da un’idea del comandante del reparto di polizia penitenziaria Giovanni Lamarca a cui si sono associati poi il critico d’arte Achille Bonito Oliva e ancora la sociologa Anna Paola Lacatena, l’artista Giulio De Mitri, il critico Roberto Lacarbonara, e l’attore Giovanni Guarino

Mamma e figlia hanno  preso parte con “entusiasmo” ad un corso di storia dell’arte tenutosi all’interno dello stesso carcere pugliese, come riportato dal Corriere della Sera.

Alla mostra hanno collaborato anche le due più note detenute del carcere di Taranto. Secondo i responsabili del progetto, mamma Cosima e la figlia Sabrina hanno partecipato in modo molto attivo: “Sabrina era attentissima, e dopo poche settimane era in grado di riconoscere le differenze stilistiche tra un quadro di Picasso e uno di Max Ernst”, dice De Mitri, artista e docente tarantino, insegnante all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Gli incubi, la vita di Sabrina

Sabrina sembra avere incubi notturni e sembra angosciata e dichiara: “La notte mi capita ancora di pensare a questa sciagurata e a sua madre”.

L’avvocato Franco Coppi, difensore di Sabrina Misseri e della madre Cosima, afferma in un intervista. «Ho la certezza assoluta della loro innocenza – dice Coppi – sarei pronto a giocarmi qualunque cosa. Non essere riuscito a dimostrarlo ha rovinato la mia vita di avvocato. Noi difensori non possiamo pretendere di vincere tutti i processi, non deteniamo il monopolio della verità e certe vicende si prestano a molteplici letture, d’accordo, ma nel caso di Sabrina Misseri no. Le prove della sua innocenza e della colpevolezza del padre reo confesso erano talmente schiaccianti che non riesco a capacitarmi di questo fallimento, il ricorso per Cassazione mi ha procurato una delusione insanabile. Questa ragazza sta in carcere da dieci anni: per me è un tormento».

Sabrina e Cosima proseguono la loro vita in carcere, dividendo la stessa cella e andando avanti tra lavoretti e passatempi – per condurre questa vita dignitosamente.

Sono molte le persone che si chiedono come si svolga la loro giornata tipo dietro le sbarre, ma ciò che emerge è veramente poco – se non una vita dimessa e molto regolare.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Ecco cosa rivela la lunghezza del dito sulla tua personalità

Chi avrebbe mai pensato di poter scoprire così tanto su di te in base alla lunghezza del dito? Sopra potrai osservare tre mani diverse...

Covid, la Puglia chiude tutte le scuole. Emiliano: «L’aumento dei contagi è colpa della riapertura»

La Puglia chiude tutte le scuole: dalle elementari a medie e superiori, sospesa la didattica in presenza. Lo ha annunciato il governatore pugliese Michele...

Meteo: Weekend di fuoco al sud, maltempo al nord

Ferragosto ormai vicino, punte di 40 gradi sfioreranno il sud mentre al nord occhio ai temporali e rischio grandine. Ancora forte stabilità in tutta Italia,...

Il miglior idratante viso fatto in casa

Il viso è una delle parti del corpo che ha bisogno di più cure poichè esposta a fattori ambientali come il vento, il sole...

Coronavirus, papa Francesco: “Invece di lamentarci delle restrizioni, aiutiamo gli altri”

Dopo i divieti imposti nel nuovo Dpcm di Natale, in cui l'Italia diventerà completamente rossa, è stata tolta la libertà agli italiani di trascorrere...

Parolisi e la sua nuova vita: studia, “frequenta” una donna e presto avrà un lavoro. A breve uscirà dal carcere

Chi ricorda l’omicidio di Melania Rea? Il delitto che ha da sempre scosso l’opinione pubblica. Un delitto agghiacciante per cui, Salvatore Parolisi si è...