mercoledì - 21 Ottobre - 2020

Il Viminale precisa: “Mascherina obbligatoria anche per l’attività motoria all’aperto”

Il Viminale, attraverso una circolare firmata dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi, ha precisato che diventa obbligatoria la mascherina all’aperto anche per chi svolge attività sportiva; da tale normativa sono esenti “solo coloro che abbiano in corso l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione”.

Cresce l’ansia e la paura per la nuova impennata di casi in Italia di Covid e le misure diventano sempre più restrittive: se fin ora l’obbligo delle mascherine all’aperto era previsto per qualsiasi fascia oraria, ora diventa obbligatoria anche per tutti coloro che decidono di fare attività sportiva all’aperto.

La disposizione che prevede l’uso della mascherina “esenta dall’obbligo di utilizzo – scrive Frattasi – solo coloro che abbiano in corso l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione”. In altre parole, non sarebbe consentita l’attività motoria di base, come corsa o passeggiata veloce, senza l’utilizzo della mascherina.

Passeggiare o correre con la mascherina: da oggi obbligatoria

Nelle bozze del decreto circolate nei giorni scorsi era scritto che dall’obbligo di utilizzare la mascherina erano esentati “i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria”, ma nel testo pubblicato in Gazzetta l’esenzione è rimasta solo per coloro che fanno attività sportiva. Si ricordi, sulla base di quanto previsto dall’ultimo decreto approvato dal Governo per far fronte all’emergenza Coronavirus in vigore fino al prossimo 15 ottobre, l’uso della mascherina anche all’aperto è obbligatorio, con sanzioni che vanno dai 400 ai 1000 euro per chi non rispetta il provvedimento. Il dispositivo di protezione individuale bisogna averlo sempre con sé, a meno che non ci si trovi in una situazione di continuativo isolamento. Non sono obbligati a indossare il dispositivo di protezione “i bambini di età inferiore ai sei anni e i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina (devono però esibire un certificato medico valido), nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità”.

Differenza tra attività motoria e sportiva

Come precisa il Ministero della Salute sul proprio sito, secondo l’OMS, per “attività fisica” si intende “qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo“. In questa definizione, si legge, rientrano non solo le attività sportive, ma anche semplici movimenti come camminare, andare in bicicletta, ballare, giocare, fare giardinaggio e lavori domestici, che fanno parte della “attività motoria spontanea”. Dunque, “l’espressione “attività motoria” è sostanzialmente sinonimo di attività fisica, mentre lo sport comprende situazioni competitive strutturate e sottoposte a regole ben precise. È un gioco istituzionalizzato, codificato in modo tale da essere riconosciuto e riconoscibile da tutti per regole e meccanismi, ai quali si fa riferimento per la sua pratica in contesti ufficiali o non ufficiali”.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Perugia, dopo 20 anni scopre che i figli non sono suoi: l’ex moglie dovrà risarcirlo con 150 mila euro

Dramma per un imprenditore umbro che, dopo 20 anni ha scoperto di aver mantenuto, cresciuto ed amato dei figli che in realtà non erano...

Il Papa ha ricevuto un regalo speciale: una Toyota Mirai ad idrogeno per i suoi spostamenti. Valore: 78.000 mila euro

Papa Francesco ha ricevuto in dono dalla Conferenza Episcopale Giapponese una Toyota Mirai alimentata ad idrogeno realizzata per le sue esigenze di mobilità. La...

Parla il figlio di Corona: «Papà non ha il Covid, mi picchia e mi dà psicofarmaci»

Una videochiamata alla mamma Nina Moric in cui Carlos Corona, 18enne figlio di Fabrizio Corona, parla del padre, parla in lacrime mettendo in evidenza...

“Signor Covid mi hai portato via il nonno e gli zii ma…”, il commovente tema di una studentessa di terza media

Paola Banfi è una studentessa di 3° media che ha scritto un tema davvero molto triste riguardo il Coronavirus, il virus che uccide e...

Facebook lancia un’app che ti paga se fai questa cosa

Una novità che piacerà molto agli utenti: ricompense per chi deciderà di utilizzare ed installare questa app che prossimamente verrà lanciata da Facebook, ad...

Siria, la bimba scambia la fotocamera per un’arma e si arrende al fotografo

Una foto che ha fatto il giro del mondo e ha commosso il web. Una bambina di pochi anni, impaurita, scambia la fotocamera per...