venerdì - 23 Aprile - 2021

Colesterolo: come capire se è alto senza fare l’esame del sangue? quali i sintomi?

E’ possibile capire se abbiamo il colesterolo alto tramite dei sintomi e senza effettuare esami del sangue? Scopriamolo.

I sintomi del colesterolo alto in realtà non esistono. Questo perché il colesterolo alto è una malattia silenziosa, un killer silente.

Pertanto, l’unico modo per essere sicuri se i tuoi livelli sono alterati e a tassi pericolosi è  fare un esame del sangue : il lipidogramma.

Tuttavia, ci sono modi più semplici per scoprire se i livelli di colesterolo stanno per toccare le stelle. Possono essere sintomi che possono essere confusi con altre patologie ma, con una particolare attenzione, potremmo fare prevenzione.

Il colesterolo e la sua funzione

L’importanza del colesterolo nel nostro corpo è ignorata dalla maggior parte delle persone.

Senza di essa, sarebbe impossibile produrre ormoni essenziali.

Allo stesso tempo, il colesterolo funziona come contenuto strutturale nelle nostre membrane cellulari.

Il problema è che quando i livelli di colesterolo superano il necessario, possono innescare una serie di malattie gravi.

Sintomi di colesterolo alto 

  • Scarsa regolarità intestinale. La stitichezza può essere sintomo di ipercolesterolemia.
  • Emicrania. I grassi in eccesso formano placche che ostacolo il flusso sanguigno e induriscono le arterie. Queste ostruzioni influenzano l’ossigenazione causando capogiri e perdita di equilibrio.
  • Formicolio alle mani. Sentire sensazioni di formicolio indica cattiva circolazione dovuta a placche che bloccano il regolare flusso.
  • Alito cattivo. La causa è la pessima digestione e l’eccesso di grassi provoca alitosi
  • Affaticamento. Sentirsi continuamente stanchi anche appena svegli può essere sintomo di scarso afflusso di ossigeno e di sostanze nutritive
  • Intolleranze alimentari. Nei casi di colesterolo alto il corpo tende a sviluppare difficoltà a metabolizzare cibi grassi come fritture, formaggi, carni rosse, glutine, ecc.
  • Prurito. Pelle rossa, acne, macchie scure possono essere tutti effetti di una sofferenza dell’organismo che tenta di rimuovere il colesterolo in eccesso.
  • Indigestione. Un elevato livello di lipidi nel sangue e nel fegato rallenta il metabolismo influenzando la digestione e dando una sensazione di disagio allo stomaco.
  • Dolore al petto. Tipico dell’affaticamento del cuore e della cattiva digestione, definito angina
  • Occhi gialli. Prurito, ingiallimento della parte bianca del bulbo oculare sono tutti campanelli d’allarme di una cattiva circolazione determinata da un colesterolo troppo alto.
Preoccuparsi di abbassare il colesterolo alto è fondamentale

Come già accennato, è quasi impossibile rilevare i sintomi del colesterolo alto in modo sicuro senza esami del sangue.



Poiché è una malattia asintomatica e quindi silenziosa, causa problemi interni, senza che ce ne accorgiamo.

Uno dei problemi più comuni è l’accumulo di grasso nel fegato, la steatosi.

In effetti, compaiono i tre sintomi del colesterolo alto che menzioneremo di seguito, esattamente come i sintomi del grasso nel fegato.

Secondo la cardiologa Dr. Ana Luiza Lima, editorialista del portale Tua Saúde, la steatosi può mostrare alcuni sintomi evidenti.

Primo sintomo evidente del colesterolo alto: la xantelasma

Questo che vedete in foto è chiamato dai medici xantelasma .

Queste palline (vedi immagine) sono piene di grasso e compaiono in piccoli gruppi, principalmente vicino agli occhi.

Uno studio pubblicato sulla rivista Revista Brasileira de Medicina  ha spiegato che gli xantelasmi sono un accumulo locale di lipidi nella pelle (principalmente colesterolo), all’interno di istiociti (macrofagi inattivi).

Sono comuni, specialmente negli individui iperlipidemici ovvero che hanno un eccesso di grassi nel sangue.

Lo stesso studio, inoltre, ha messo in relazione la presenza di Xantelasma come indicatore del rischio di problemi cardiovascolari.

In alcuni casi, queste lesioni lipidiche possono richiedere la rimozione chirurgica.

Secondo sintomo evidente del colesterolo alto: ascite

Questo gonfiore di solito arriva senza una ragione apparente.



Questa condizione è nota come ascite e si verifica a causa della ritenzione di liquidi nell’addome e nel fegato, a causa della formazione di grasso in eccesso nel fegato.

L’ascite porta ad un addome allargato e duro.

Allo stesso tempo, un ombelico che sembra essere espulso a causa della ritenzione di liquidi .

È comune che l’ascite si verifichi quando i trigliceridi sono molto elevati, con valori superiori a 800 mg / l di sangue, secondo il cardiologo.

Terzo sintomo evidente del colesterolo alto: dolore di stomaco

Il dolore allo stomaco è un altro sintomo di colesterolo alto.

Il gonfiore addominale finiscono per evolversi in dolore sul lato sinistro del ventre – o sul lato destro – a livello del fegato.

L’addome fa male ( mal di pancia ) e sotto le costole si avverte un disagio molto caratteristico, che si irradia alla regione posteriore.

Cause del colesterolo alto

Il più delle volte i sintomi del colesterolo alto compaiono nelle persone che hanno una cattiva alimentazione.

Pertanto, le cause più frequenti sono senza dubbio la mancanza di cure e abitudini sane.

Le persone che hanno uno stile di vita sedentario e, soprattutto, non controllano la dieta, hanno maggiori probabilità di sviluppare il colesterolo alto.

Questo perché, il consumo eccessivo di grassi saturi favorisce l’aumento dei livelli di colesterolo cattivo (LDL).



Tuttavia, possiamo menzionare altri tre fattori da considerare.

Fattori genetici 

Alcune persone soffrono di ciò che i medici chiamano iperlipidemia familiare combinata.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista spagnola Atención Primaria, si tratta di una malattia in cui l’individuo eredita il metabolismo lipidico dei suoi genitori.

Questa malattia è fortemente correlata alle malattie cardiovascolari.

Il problema, secondo gli autori, si manifesta, in generale, dopo 20 anni.

Questo disturbo è anche associato a diverse anomalie metaboliche come ipertensione, insulino-resistenza, diabete mellito e fegato grasso.

Fumo 

Sebbene le persone raramente associno i cambiamenti lipidici al fumo, il fumo può scatenare sintomi di colesterolo alto.

In realtà, ci sono dati che confermano che almeno un terzo dei decessi con segni di infarto sono dovuti a fumatori con livelli elevati di colesterolo e trigliceridi.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti